Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2020

Sono quasi 8.000 le azioni registrate in tutta Europa per la SERR che si concluderà domenica 29 novembre. Il tema di quest’anno sono I rifiuti invisibili, generati durante la produzione dei beni.


La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea e consiste in una elaborata campagna di comunicazione ambientale che intende promuovere una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente, attraverso il coinvolgimento di enti pubblici, imprese, società civile e cittadini.

Il tema di quest’anno sono I rifiuti invisibili, generati durante la produzione dei beni, ed ha riguardato circa il 93 % delle quasi 8.000 azioni registrate in tutta Europa.

Le azioni attuate nel SERR affrontano le “3 R”: Ridurre, Riutilizzare, Riciclare. Le “3 R” rappresentano le opzioni che devono essere considerate prima dell’elaborazione di una strategia di gestione dei rifiuti: la riduzione dei rifiuti dovrebbe essere sempre la prima priorità. Ridurre vuol dire in primo luogo effettuare una rigorosa prevenzione e riduzione alla fonte. La seconda migliore opzione è quella di riutilizzare i prodotti. Questo include anche la preparazione per il riutilizzo. Infine, la terza priorità è il riciclaggio dei materiali.

Nonostante il difficile periodo che il nostro Paese sta attraversando, l’Italia si è confermata al top in Europa per quanto riguarda la prevenzione dei rifiuti con quasi 3.469 azioni registrate per questa dodicesima edizione. La partecipazione è risultata diffusa su tutto il territorio nazionale; le regioni in cui sono state registrate il maggior numero di azioni sono Lombardia (576), Veneto (437) e Piemonte (301).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.