Canone RAI in bolletta: cosa ci aspetta?

Con la nuova Legge di Stabilità il provvedimento di far pagare il canone RAI nella bolletta elettrica è diventato legge. Secondo il Governo, questa misura è stata presa per fare in modo che paghino tutti, così il singolo pagherà meno.

Quanto costerà? Si è calcolato che il risparmio per il 2016 sarà decisamente ridotto a 13 euro all’anno (ovvero si pagherà 100 invece che 113 euro) , ma nel 2017 il costo potrà diminuire. La voce in bolletta per il canone sarà ben distinta, e si pagheranno 10 rate mensili a partire da luglio 2016. Le rate per il 2016 sono retroattive, il che significa che a luglio saranno addebitate in bolletta i primi 6 mesi di quest’anno (60 euro).

Chi deve pagare? Gli interessati della nuova legge sono tutti i possessori di un televisore o di tutti quei dispositivi dotati di ricevitore Radio/TV . Tutti gli apparecchi che comportano il pagamento del canone sono segnalati sul sito della RAI.

Chi è esonerato? Tutti coloro che non posseggono un televisore o un dispositivo sintonizzato, gli over 75 con reddito (sommato a quello del coniuge) inferiore a 8.000 euro lordi all’anno, gli invalidi degenti in case di riposo. Attenzionenon paga il canone RAI chi guarda la televisione esclusivamente via streaming online (ovvero chi utilizza computer, tablet e smartphone senza ricevitore per guardare la TV è esonerato).

Per quanto riguarda coloro che possiedono seconde o più case, con due o più televisori, il canone dovrà essere pagato una sola volta, nella bolletta in cui si c’è la residenza. Se una persona che è proprietaria di una casa affittata, il canone per quella casa verrà pagato dall’affittuario, se lo stesso è residente nella casa affittata.

Per ottenere l’esenzione del canone, è necessario inviare l’apposito modulo presso l’Agenzia delle Entrate entro il 30 aprile 2016, online entro il 10 maggio, e tale dichiarazione avrà validità 12 mesi (dovrà essere ripresentata a dicembre 2016).

Commenti 1

  1. E’ giusto pagare il canone. Ma il Governo deve spiegare bene ai cittadini cosa finanzia questa tassa? La Rai? Le radiofrequenze? Altro? Non lo ha mai fatto.
    Secondo: dove costare all’anno meno, così la pagherebbero davvero tutti senza protestare. Massimo 50 euro.
    50 euro è più che sufficiente. Oppure aboliamo il bollo auto per esempio, assolutamente iniquo e scorretto, l’auto, una volta pagata non deve continuare a essere pagata!!!! E l’assicurazione deve essere meno cara, possibile che da 16 anni io debba pagare 350 euro di assicurazione di media, senza mai avere fatto un incidente e usando pochissimo l’auto? E ho scelto la meno cara perchè c’è ancora che con un auto utilitaria come la mia continua a pagare fino a 500 euro e non protesta. Solo in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.