Climathon Torino 2019, vince Spazzaturet

Si è conclusa la maratona annuale delle nuove soluzioni tecnologiche contro il cambiamento climatico.

Climathon 2019, la maratona di 24 ore sull’ambiente promossa da Climate – Kic, il più grande partenariato europeo sulla mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici, si è svolta contemporaneamente in oltre 100 città nel mondo. Torino è stata la città europea con più adesioni in assoluto e tra le prime nel mondo, a dimostrazione della grande sensibilità che il capoluogo piemontese continua a dimostrare per le tematiche ambientali.

Si è conclusa sabato 26 ottobre l’edizione torinese che quest’anno ha visto la partecipazione record di più 150 giovani suddivisi in 20 squadre, impegnati a trovare soluzioni innovative, sostenibili e attuabili nell’ambito dell’economia circolare (a scelta tra le aree del tessile, cibo, mobilità e automotive, edilizia e arredo, elettronica, plastica e packaging).

A essere selezionata come vincente da una giuria composta da esperti e rappresentanti delle società partner è stata SpazzaTuret. L’idea si pone l’obiettivo di risolvere le problematiche legate ai rifiuti della mala movida torinese, con particolare attenzione ad alcune zone della città. Il progetto prevede la costruzione di cassonetti smart, dotati di un solo ingresso per il conferimento dei rifiuti, che provvedono internamente ed automaticamente alla loro differenziazione. Prevede, inoltre, un sistema di incentivi per i giovani della movida attraverso dei voucher accumulabili via app da consumare nei locali che aderiscono all’iniziativa. La sostenibilità economica del progetto potrà essere garantita dallo sconto sulla tassa rifiuti che l’azienda municipale di smaltimento rifiuti potrà fare ai locali aderenti.

SpazzaTuret avrà un’importante occasione per diventare realtà: usufruirà, infatti, di un periodo di accompagnamento personalizzato grazie al supporto di alcuni partner torinesi come I3P, 2i3T, The Doers, Jobonobo, Open Incet e Fondazione Santagata e avrà l’opportunità di partecipare all’innovation coffee di Intesa Sanpaolo Innovation Center con l’obiettivo di incontrare potenziali investitori.

Premiate anche le due seconde classificate parimerito, che usufruiranno anch’esse di un periodo di affiancamento e accompagnamento personalizzato: “Ombrelliamo” che ha ideato una soluzione innovativa per il recupero di tutti i componenti degli ombrelli rotti, abbandonati e dismessi, e “Green Gate” per il recupero e riuso delle bottiglie di plastica e dell’acqua “trattenute” presso i gate degli aeroporti, attraverso l’installazione di appositi contenitori uno per il PE, uno per il PET ed uno per l’acqua.

A supportare i partecipanti, dall’ideazione delle proposte fino ai modi più idonei e creativi per presentarle alla giuria, è stata una rete di circa 20 aziende, istituzioni, associazioni e incubatori del territorio torinese operanti quotidianamente in ambito “green”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *