Bi-rex lavora per la sostenibilità

Risparmio di risorse ed economia circolare

Bi-rex è una startup nata da poco grazie al lavoro di due ricercatrici del Politecnico di Milano, Greta Colombo Dugoni e Monica Ferro. Insieme hanno studiato un modo per estrarre la cellulosa dagli scarti alimentari. L’obiettivo era riuscire ad ottenere in maniera sostenibile, materie prime come chitina e cellulosa dagli scarti della filiera agro-alimentare, diventando un esempio vincente di economia circolare, in grado di rimettere in produzione quelli che altrimenti sarebbero considerati rifiuti, salvando risorse preziose.

Bi-rex nasce come progetto di ricerca per trovare fonti alternative di cellulosa, obiettivo raggiunto attraverso un processo che utilizza i solventi eutettici profondi (DES) utilizzati per estrarre cellulosa da scarti ricchi di questa sostanza. Da quella ricerca positiva, le due ricercatrici hanno testato questo processo anche su scarti contenenti altre materie prime come la chitina. Risparmiare risorse per limitare la crisi ambientale, è questo assunto che muove il lavoro di queste ricercatrici che hanno collaborato per lo sviluppo di un progetto che possa avere un impatto positivo sul nostro Pianeta. Le prospettive infatti, di valorizzazione degli scarti alimentari, sono potenzialmente infinite. 

La startup vuole infatti contribuire ad una nuova definizione sostenibile della società e del sistema economico come affermano le due fondatrici Greta Colombo Dugoni e Monica Ferro “Da anni si cercano fonti alternative di materia prima e processi che minimizzino la produzione di scarti da incenerire. La guerra e la carenza di materie prime ha creato un bisogno sempre più urgente. Lo sforzo che si deve fare è quello di iniziare a pensare agli scarti come una preziosa risorsa da valorizzare. Con il nostro lavoro, speriamo di aggiungere un tassello in più in questa avvincente sfida per un futuro sostenibile”.

Foto di Matheus Henrique azideiadele da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.