La tua cooperativa energetica sostenibile
Area Soci | Aderisci a WeForGreen
Blog #WeForGreen #Share Innovazione sostenibile Progetti sostenibili

Il bicchiere ecologico che combatte l’usa e getta

Ideato da due giovani liguri, è dotato di un micro chip collegato ad una app e si basa…

14/06/2018

14/06/2018Ideato da due giovani liguri, è dotato di un micro chip collegato ad una app e si basa sul meccanismo del vuoto a rendere.

Stefano Fraioli e Lorenzo Pisoni, due ventisettenni liguri, hanno creato la startup Pcup srl lanciando l’idea del bicchiere ecologico alternativo ai soliti contenitori usa e getta. Si tratta di un bicchiere in silicone dotato di un chip inserito nel fondo che comunica con la app ad esso associata.

I due giovani hanno lanciato una campagna crowfunding che si chiuderà il 26 giugno con lo scopo di ottenere finanziamenti per l’avvio della produzione e per perfezionare alcuni meccanismi del contenitore come la possibilità di illuminarlo al buio. La scelta del silicone è stata fatta per soddisfare le esigenze dei luoghi pubblici dove, per motivi di sicurezza, alcuni materiali sono vietati.

Il progetto è infatti stato pensato per locali, bar, discoteche, fino ad arrivare agli stadi, che in questo modo potranno fornire ai clienti il bicchiere con il meccanismo del “vuoto a rendere”.

La trovata potrebbe essere un modo per cominciare ad eliminare l’uso diffusissimo dei bicchieri di plastica usa e getta e si inserisce tra le iniziative a livello mondiale per limitare l’uso della plastica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Blog #WeForGreen #Share Comunità energetiche

Il futuro delle cooperative energetiche sempre più in mano alle donne

26/02/2015 La cooperativa sta diventando da più parti del mondo, lo strumento per l’affermazione del ruolo femminile nello sviluppo e nella gestione di nuovi progetti a forte caratterizzazione di sostenibilità ambientale. Questo ad esempio è il caso della Cooperativa eolica delle donne (Qvinnovindar in svedese) creata in Svezia da Wanja Wallemyr, che insieme ad altre 9 donne del suo paese ha acquistato un parco eolico per diffondere l’uso delle rinnovabili e per incentivare le donne della zona a investire nel settore.

Continua