Da Bolzano la richiesta di un Consiglio Europeo per l’Innovazione

L’Unione Europea dovrebbe promuovere un’istituzione che premi i progetti di ricerca applicata e innovazione più promettenti dal punto di vista della vocazione industriale. In questo modo darebbe sicurezza agli investitori, attirando più capitale privato. Uno ‘European Innovation Council’, sul modello dell’esistente ‘Consiglio europeo per la ricerca’ che finanzia con successo l’eccellenza nella ricerca di base”.

Questo l’appello lanciato negli scorsi giorni a Bolzano dai rappresentanti dei principali centri di ricerca europei che si occupano di energie rinnovabili ed efficienza energetica, che si sono incontrati per l’annuale ritrovo dell’associazione EUREC. L’incontro è stato ospitato dall’EURAC, centro che si occupa di ricerca in diverse aree tematiche, dai cambiamenti climatici, all’energie rinnovabili alla salute delle persone, e punto di riferimento per l’Unione Europea per quanto riguarda l’individuazione di soluzioni strategiche utili a definire le politiche in campo di innovazione energetica.

Questa necessità era già stata espressa pochi mesi prima della COP21 da 20 Paesi (tra cui l’Italia) e dall’Unione Europea nell’impresa chiamata “Mission Innovation: accelerating the clean energy revolution”, progetto che intende accelerare il ritmo dell’innovazione nel settore energetico per limitare le emissioni di CO2 e combattere il cambiamento climatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.