Che cos’è l’Earth Overshoot Day?

Arriva ogni anno, ed è il giorno in cui il consumo di risorse naturali supera la capacità rigenerativa del Pianeta.

Nel 1975 l’Earth Overshoot Day arrivò il 28 novembre, nel 1997 il 10 ottobre.
Quest’anno la ricorrenza arriverà in anticipo, il 2 agosto.

In altre parole, l’umanità sta usando la natura ad un ritmo 1,7 volte superiore rispetto alla capacità di rigenerazione degli ecosistemi, ed è come se ci servissero 1,7 pianeti Terra per soddisfare il nostro fabbisogno di risorse naturali attuali. Questo è un dato negativamente importante poiché ci aiuta a capire lo stato di salute della Terra e può indurci a riflettere su quello che possiamo fare per posticipare questa data.

Per innescare il cambiamento, il Global Footprint Network propone soluzioni per riportare la data verso la fine dell’anno (#movethedate) fornendo metodi di misura, impegni concreti e un nuovo calcolatore dell’Impronta Ecologica, mettendo in evidenza alcune possibili azioni. Ad esempio, la riduzione degli sprechi alimentari del 50% in tutto il mondo potrebbe posticipare tale data di 11 giorni; invece, ridurre del 50% la componente dell’Impronta Ecologica globale dovuta all’assorbimento di anidride carbonica, sposterebbe la data dell’Overshoot Day verso la fine dell’anno di 89 giorni.

Come fare? Partendo dalle azioni e dalle scelte quotidiane di ognuno di noi, ad esempio incrementando l’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili anche nelle nostre case!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.