Dalla Germania, il primo treno ad idrogeno

Oltre 1.000 chilometri senza rifornimenti. Questa è la capacità del treno ad idrogeno che riesce ad abbattere le emissioni.

In Germania, un treno ha percorso 1.175 chilometri, senza doversi fermare per rifornire il serbatoio di idrogeno, emettendo solo acqua e producendo livelli di rumorosità molto bassi.

Si tratta di un treno Alstom, azienda impegnata nella mobilità intelligente e sostenibile, che ha in questo modo dato prova dell’efficacia delle sue soluzioni a idrogeno per il trasporto su lunghe distanze. Il treno Coradia iLint verrà utilizzato per il trasporto passeggeri sulla prima tratta al mondo al 100% a idrogeno: da Bremervörde a Monaco di Baviera.

Dalla Bassa Sassonia, dove il treno a idrogeno è stato costruito e sviluppato da Alstom, ha attraversato l’Assia e la Baviera, arrivando fino a Burghausen, vicino al confine tra Germania e Austria, prima di fermarsi a Monaco di Baviera. Dopo questo straordinario viaggio, il treno si è diretto verso la capitale tedesca, Berlino. Il programma ha previsto infatti diversi viaggi nell’ambito di InnoTrans 2022, la principale fiera internazionale della tecnologia dei trasporti, che si è tenuta dal 20 al 23 settembre.

Alstom fornirà i suoi treni a idrogeno anche all’Italia, partendo dallo stabilimento di Savigliano, in provincia di Cuneo. L’azienda sta lavorando per realizzare entro la fine del 2023 il modello Coradia Stream che dovrebbe debuttare alla fine del 2023 sulla rete ferroviaria della Valcamonica. La linea che serviranno i treni a idrogeno è quella non elettrificata che parte da Brescia e arriva a Edolo passando per Iseo. La tecnologia di propulsione con cui saranno equipaggiati i treni del Coradia Strem sarà la stessa di quelli consegnati in Germania.

C’è grande interesse internazionale per la mobilità sostenibile, buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.