Con Eurven riciclare conviene al consumatore

E’ nato il sistema per migliorare la raccolta differenziata attraverso il sistema dell’incentivazione.

L’idea dell’azienda veneta Eurven, premia il consumatore che utilizza i compattatori per riciclare, in un periodo in cui, nonostante la buona volontà dei cittadini, molti comuni non sono ancora stati in grado di abbassare le bollette dei rifiuti.

Il progetto si chiama “Cash for trash” e per la prima volta invece di pagare per farsi raccogliere l’immondizia, si viene pagati per consegnarla direttamente in uno dei 1.700 compattatori automatici distribuiti sul territorio nazionale con buoni spesa, sconti e bonus da spendere nei negozi convenzionati.

Facciamo un esempio: in cambio di una bottiglia di plastica o di una lattina di alluminio si riceve in media dagli uno ai cinque centesimi. Può sembrare poco, ma se proviamo a pensare a quanti rifiuti in plastica una famiglia produce ogni settimana, sarà facile vedere il guadagno.

Noi di WeForGreen vogliamo ricordare che riciclare significa garantire alle generazioni future un ambiente più pulito e vivibile, permettendo di abbattere le immissioni di CO2 e l’innalzamento delle temperature, e il progetto di Eurven ci piace perché ha lo scopo di salvaguardare la salute del pianeta, ridurre il numero delle discariche e incentivare i cittadini a riciclare correttamente i propri rifiuti.

Raccontateci la storia del “compattatore incentivante” della vostra città!

Commenti 2

    1. Post
      Author

      Buongiorno Umberto, purtroppo per ora non sono molto diffusi.
      Noi ne abbiamo trovati due fuori Verona, a Lugagnano e San Bonifacio.
      Facci sapere se ne trovi altri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.