Giornata mondiale dell’Habitat 2021

Obiettivo 2021: città più sostenibili


Il primo lunedì di ottobre si è festeggiato come per ogni anno la Giornata mondiale dell’Habitat 2021. L’evento è stato indetto nel lontano 1985 dalle Nazioni Unite, un appuntamento che da anni torna per evidenziare il ruolo delle singole città e comunità nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile globali.

Di seguito le parole di António Guterres, segretario generale dell’ONU “In questa Giornata mondiale dell’habitat città e paesi di tutto il mondo stanno affrontando […] la duplice crisi del COVID-19 e del cambiamento climatico. Oggi, sono abitate da 4,5 miliardi di persone, si prevede che il numero crescerà di quasi il 50% entro il 2050. Entro la metà del secolo, oltre 1,6 miliardi di residenti urbani potrebbero dover sopravvivere a massime estive medie di 35°C”. Nel contempo sono responsabili di circa il 75% del consumo energetico mondiale e di oltre il 70% delle emissioni globali di gas serra. […] La leadership urbana nell’impiego di materiali verdi e nella realizzazione di edifici ad alta efficienza energetica, resilienti e alimentati da rinnovabili, è essenziale per raggiungere le zero emissioni entro il 2050.”

A queste parole si aggiunge Maimunah Mohd Sharif, Direttrice esecutiva di UN-Habitat “La crisi climatica è ampiamente riconosciuta come l’attuale minaccia numero uno. E sono le nostre città e i nostri paesi, responsabili di gran parte del cambiamento climatico, a determinare indirettamente inondazioni devastanti, siccità e violente tempeste. Se non agiamo con urgenza, i gas serra prodotti dai centri urbani in continua espansione continueranno ad aumentare la temperatura dell’aria globale.”

Foto di djedj da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *