Il ciclorifugio sostenibile per turisti “a pedali”

Si tratta di una struttura in legno, realizzata dagli studenti dei corsi ITS Energia Piemonte in linea con gli standard NZEB.


Nascerà tra le colline del Monferrato, in Piemonte, la mini-house ecologica, pensata dagli studenti dell’ITS Energia Piemonte, per offrire ristoro ai cicloturisti che attraversano il territorio, .

Il progetto nasce  dall’Hackthon Green Camp, maratona di idee voluta dalla Fondazione ITS Piemonte e dedicata ai giovani dei corsi ITS di BUilding Manager (Tecnico superiore per il risparmio energetico nell’edilizia sostenibile) e di Energy Manager (Tecnico superiore per la gestione e verifica degli impianti energetici). Il risultato è una struttura in legno compatta di appena 28 metri quadrati, perfettamente in linea con lo standard europeo dell’NZEB, ossia dell’edificio a energia quasi zero. Il ciclorifugio ecosostenibile offre infatti soluzioni passive che minimizzino la domanda energetica e quindi la necessità di intervento degli impianti meccanici.

Veloce da realizzare – gli studenti hanno impiegato solo 48 ore per installare il prototipo – la struttura si sviluppa su un piano terra e due soppalchi; nel complesso offre fino a 4 posti letto, un’area giorno, un bagno e, ovviamente, una zona per il ricovero delle biciclette dotata di prese per ricaricare quelle elettriche e attrezzata per la manutenzione dei mezzi.

Il modulo è stato progettato per essere facilmente replicabile e dispone di un sistema domotico a comandi vocali, un impianto fotovoltaico e uno di raccolta e riciclo dell’acqua piovana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *