conservazione marina

SEATY, la prima area di conservazione marina locale

Un progetto di conservazione marina tutto italiano che unisce educazione, sensibilizzazione e ricerca scientifica.

Si chiama SEATY ed è il progetto di tutela e conservazione marina nato dalla collaborazione tra Fastweb e Worldrise, una onlus attiva nella salvaguardia del mare che, attraverso la sua campagna di sensibilizzazione Worldrise 30×30, ha l’obiettivo di proteggere almeno il 30% dei mari italiani entro il 2030 attraverso la creazione di Aree di Protezione Marina Locale.

Il progetto ha una mission specifica, ovvero la protezione di tratti di costa del litorale mediterraneo di particolare valore naturalistico, attraverso l’istituzione di aree di conservazione marina locale che permettano la balneazione tutto l’anno e avvicinino turisti e cittadini alla conoscenza ed all’esplorazione del mare, imparando a prendersene cura.

Il primo SEATY, implementato grazie al patrocinio del Comune di Golfo Aranci e della Regione Autonoma, si estende dalla spiaggia dei Baracconi fino a Cala Moresca, un tratto di litorale lungo circa 1.300 metri, che ospita una grande biodiversità. Con la partecipazione di tutti questa ricchezza potrà essere tutelata e valorizzata, divenendo volano di uno sviluppo economico sostenibile.

Il progetto comprende un piano di eventi che proseguirà nei prossimi mesi e che ad oggi ha coinvolto più di 500 persone in attività di pulizie della spiaggia, workshop di sensibilizzazione, laboratori didattici per bambini, snorkeling con biologi marini, attività di monitoraggio marino costiero e corsi di formazione.

Scopri di più su SEATY!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.