Social housing, il giusto “riciclo” degli spazi urbani

L’economia circolare, che diminuisce gli sprechi e che porta i cittadini a risparmiare, riguarda anche gli spazi delle città. Le città italiane devono puntare a questo, attraverso una riqualificazione degli abitati e investimenti nell’innovazione, trasformazione necessaria che avverrà in 14 grandi comuni italiani grazie al Fondo Investimenti per l’Abitare (FIA2), la cui gestione è affidata al Gruppo Cassa Depositi e Prestiti (GDP).

Il programma del Fondo va precisamente in direzione di una riqualificazione urbana e social housing, il cui obbiettivo principale è quello di fornire alloggi con ottimi standard di qualità, generando benessere abitativo e integrazione sociale a tutta la popolazione. Concretamente il programma di riqualificazione urbana prevede di recuperare edifici abbandonati, ristrutturarli, e metterli a disposizione per essere affittati, per ospitare laboratori di apprendimento di arti, per creare dei centri sportivi accessibili a tutti.

Attualmente FIA2 ha a disposizione 100 milioni di euro, ma l’idea è quella di arrivare a un miliardo di euro attraverso il contributo di investitori istituzionali internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.