Trasporto aereo uno sguardo al futuro

Volare per il mondo in modo ecosostenibile 


Nonostante le difficoltà che la pandemia ha portato con sé, il trasporto aereo è un settore che guarda al futuro con l’obiettivo di diventare a emissioni zero. Secondo IATA (International Air Transport Association, l’organizzazione internazionale delle compagnie aeree a cui oggi aderiscono più di 230 vettori) l’obiettivo potrebbe essere raggiunto entro il 2050. 

ICAO (International Civil Aviation Organization), Agenzia autonoma delle Nazioni Unite che si occupa di aviazione civile, ha fornito e linee guida per il perseguimento di questo ambizioso progetto. Per arrivare ad avere un trasporto aereo ad emissioni zero, sarà necessario un importante impegno collettivo. Le idee toccano diversi ambiti: nuove tecnologie per l’aeronautica, utilizzo di nuovi carburanti, costruzione di infrastrutture più efficienti e la ricerca di fonti energetiche a emissioni zero

Willie Walsh, Direttore generale IATA riferisce:“Le compagnie hanno preso una decisione di grande importanza“, Consapevole che raggiungere l’obiettivo delle emissioni zero sarà una enorme sfida per il trasporto aereo del futuro, perché tutto il comparto dovrà progressivamente ridurre le emissioni mentre al tempo stesso cercherà di soddisfare la domanda di trasporto dei 10 miliardi di passeggeri previsti nel 2050. Questo significa che per allora bisognerà tagliare l’emissione di 1,8 miliardi di tonnellate di CO2. Considerando le tonnellate da eliminare da qui al 2050, si arriva alla cifra di 21,2 miliardi di tonnellate. Per dare un’idea: è il peso di più di 41 milioni di Airbus A380. Abbiamo un piano di massima: il 65% del CO2 sarà abbattuto attraverso nuovi carburanti” continua Willie Walsh. “I motori a idrogeno taglieranno un altro 13% mentre razionalizzazioni delle rotte e dei movimenti a terra porteranno a un ulteriore -3%. Il restante è suddiviso tra l’immagazzinamento del CO2 e la compensazione delle emissioni. Molto dipenderà anche dai costi.”

Foto di Andrea Piacquadio da Pexels 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *