“Welcome, feeling at work”

Il nuovo progetto di Kengo Kuma che darà nuova vita green a Milano


Si chiama “Welcome, feeling at work” il nuovo progetto di Kengo Kuma & associates presentato in conferenza stampa alla Triennale di Milano che prevede la completa riqualificazione dell’ex area Rizzoli, una zona industriale dismessa che si trova al confine il parco Lambro, entro il 2024. Il progetto sarà un esempio di architettura a misura d’uomo, a zero emissioni di CO2 e sostenibile grazie al controllo dei consumi, al sistema di recupero dell’acqua e all’integrazione di aree verdi e specie endemiche. Lo stabilimento sarà accessibile in ogni direzione ed è pensato per unire lavoro e benessere della persona al rispetto dell’ambiente, tramite sofisticati sistemi tecnologici e digitali. 

L’architettura è stata studiata per essere biofilica, organica e sviluppata in orizzontale con ben 50mila metri quadri di superficie, suddivisi in sei corpi intersecati tra loro che ospiteranno uffici e spazi di coworking, ma anche una serie di servizi tra cui ristoranti, negozi, aree wellness e luoghi per eventi e mostre. Il progetto è realizzato dal gruppo Europa risorse, piattaforma indipendente italiana, ed è finanziato da un fondo gestito da Pinebridge Benson Elliot.

“Sarà l’avvio di una nuova era in cui l’architettura green interviene per ridefinire l’orizzonte urbano, incrementare la qualità dello spazio cittadino e migliorare le attività pubbliche dell’area”, spiega Yuki Ikeguchi, partner di Kengo Kuma and associates. “Si favorisce così creatività e innovazione nella vita lavorativa e non solo”.

L’espansione orizzontale della struttura è ciò che più caratterizza il progetto. Proprio la sua orizzontalità ne permetterà un utilizzo anche pubblico, aprendo la possibilità agli abitanti del quartiere di usare le strutture commerciali, le terrazze e i ristoranti come luoghi di incontro e di relax e fornendo nuovi spazi per la socialità: uffici, auditorium, spazi di coworking, hall riservate agli incontri di lavoro, ma anche ristoranti e lounge, negozi e un supermercato. La sostenibilità è ciò che lega le varie attività che saranno usufruibili in Welcome. 

Foto di www.welcomemilano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *