10 anni di Mercato Libero dell’energia elettrica

Il 1° luglio saranno trascorsi 10 anni da quando nel 2007 fu liberalizzato il mercato dell’energia elettrica per le utenze domestiche.

L’apertura del mercato dell’energia elettrica è stata normata dal “decreto Bersani” del 1999, provvedimento che ha dato il via al processo di liberalizzazione delle attività di produzione, importazione, esportazione, acquisto e vendita di energia elettrica. Dapprima è partito con progressive liberalizzazioni per le imprese fino ad arrivare a luglio 2017 quanto si è aperta questa opportunità anche per le utenze domestiche.

Da quel 1 luglio 2007 sono passati 10 anni, ma ad oggi, su 30 milioni di utenze elettriche domestiche in Italia, il 70% è ancora sul Servizio di Maggior Tutela e solo il 30% è passato sul libero mercato. Il Servizio di Maggior Tutela è il mercato in cui le tariffe elettriche  sono definite dall’Autorità per l’Energia (AEEGSI) e nel quale il consumatore ha una fornitura di energia di cui il 60% proviene da fonti NON rinnovabili.

Ripercorrendo questi 10 anni, possiamo affermare che i principali cambiamenti si sono concentrati con le riforme rese necessarie dalla Direttiva europea 2012/27/UE sull’efficienza energetica e recepita in Italia con D.Lgs. 102/14. Queste hanno previsto due step di cambiamento: uno iniziato il primo gennaio 2016 con il quale è stata introdotta la bolletta 2.0 con l’obiettivo di renderne più semplice la lettura; il secondo partito lo scorso primo gennaio 2017, che ha avuto tra le principali novità l’abolizione della tariffa progressiva.

Chiaramente promuovendo la competizione si prospettano dei benefici di tipo economico per i consumatori, ma non bisogna dimenticare di come gli operatori possano proporre la propria offerta solo sul 30% del costo effettivo in bolletta (ovvero la componente energia), poiché il resto è costituito da una serie di costi uguali per tutti e definiti dall’Autorità per l’Energia (AEEGSI). I vari servizi di rete (distribuzione energia, contatori, rilevazioni dei consumi etc.) infatti, sono forniti dal Distributore e le tariffe sono stabilite dall’Autorità per l’Energia (AEEGSI) con criteri uniformi per tutto il territorio nazionale e per tutti i fornitori.

Questo significa che il fornitore fattura al cliente finale non solo la quota energia, su cui effettivamente può applicare la propria offerta, ma anche gli oneri detti “passanti” in quanto incassati per essere corrisposti alle società distributrici, poiché la liberalizzazione del mercato elettrico ha portato ad una netta separazione tra chi vende energia e chi la distribuisce agli utenti.

In questa ultima fase di “passaggio” ad una totale liberalizzazione del mercato elettrico la differenza la faranno quindi una corretta informazione dell’utente da parte del fornitore sul Mercato Libero, un servizio clienti affidabile ed infine la qualità dell’energia che si vorrà impiegare nelle proprie abitazioni, una scelta che può essere fatta a tutela dell’ambiente.

Nonostante i continui slittamenti, pare che dal 1 luglio 2019 finirà anche il mercato di Maggior Tutela ed a questo punto potrà dirsi completata questa lunghissima liberalizzazione.

Il vero rammarico di questa liberalizzazione è la scarsa cultura energetica fatta in questi anni sui consumatori, che non sono stati messi nelle condizioni di comprendere davvero il ruolo dell’energia. Un ruolo che impatta sia i costi ma anche l’ambiente.

Per chi è socio della cooperativa WeForGreen questo passo sul Mercato Libero è stato fatto con una modalità ancor più interessante. Ovvero si è affrontata la liberalizzazione garantendo ai consumatori una tutela offerta dal fatto di essere soci della società che si occupa della loro bolletta. Quindi, maggior trasparenza e maggior sensibilizzazione verso una nuova cultura energetica, fatta di energia 100% rinnovabile e di una cultura che stimola le persone a “toccare con mano” la produzione di energia ed il suo valore ambientale.

Buon 10° compleanno Mercato Libero dell’energia… e se vuoi farti un regalo? Partecipa anche tu a questo cambiamento green per l’energia di casa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.