Accordo ForGreen e LifeGate per promuovere la Cooperativa WeForGreen

È stata siglata un’importante partnership nel settore della Green Economy, per lo sviluppo di progetti di condivisione energetica, tra LifeGate e ForGreen, i principali protagonisti nell’ultimo decennio nei progetti di sostenibilità ambientale e nell’energia verde. L’accordo raggiunto dalle società guidate da Marco Roveda, Fondatore e Presidente di LifeGate, e da Germano Zanini, Presidente di ForGreen, prevede proprio la veicolazione alle famiglie italiane delle quote della Cooperativa Energia Verde WeForGreen, il progetto cooperativo che vuole permettere a tutti i cittadini di diventare produttori di energia elettrica.

Questa collaborazione, tra due dei primari protagonisti nel settore della sostenibilità ambientale ed energetica, vuole essere di stimolo per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dalla Cooperativa Energia Verde WeForGreen.

“In Italia esistono già alcuni esempi virtuosi di piccole cooperative energetiche locali: sono i cittadini di una stessa città che si uniscono e acquistano impianti fotovoltaici presenti sul territorio. La nostra iniziativa Solar Share si è spostata con questo primo progetto WeForGreen per aprire a tutti questa opportunità, indipendentemente dalla loro ubicazione. In questo modo, persone di città differenti potranno unirsi e condividere energia prodotta dal sole, senza limiti territoriali”, spiega Stefano Corti, Direttore Generale di LifeGate.

Il concetto “social” è parte costitutiva della Cooperativa WeForGreen, che forte della propria esperienza di cooperativa energetica a mutualità prevalente, persegue l’obiettivo di fornire l’energia ai propri soci, si afferma come una “Aggregazione di cittadini che nasce a tre anni di distanza dalla Cooperativa Energyland di Verona che abbiamo sviluppato come ForGreen e che adotta lo stesso modello. Questa iniziativa nasce dopo un’esperienza maturata il 15 anni nel settore dell’energia e nei progetti di energia collettiva quali i consorzi energia pulita dei consumatori imprese nei primi del 2000, i consorzi di produttori di energia verde del 2012, oggi la cooperativa è la nuova risposta energetica per le famiglie sostenibili e attente al risparmio energetico”, spiega il Presidente di ForGreen, Germano Zanini.

In Europa, la cooperazione energetica non è una novità soprattutto nei paesi del centro-nord. “In Belgio, in Danimarca, in Inghilterra si producono oltre 200 milioni di chilowattora all’anno di energia verde grazie alle cooperative”, spiega Gabriele Nicolis, Direttore Marketing di ForGreen e responsabile del progetto. “Ma il Paese al quale stiamo guardando con forte interesse è la Germania, dove oltre 80.000 famiglie partecipano a cooperative energetiche, e queste stesse cooperative di cittadini detengono oggi circa il 50% della capacità produttiva di energia da fonte rinnovabile. Viene definita una transizione democratica dell’energia, a noi piace chiamarla energy sharing, ovvero la capacità di condividere l’energia tra cittadini”. Il progetto avanguardista avviato dalla partnership va oltre il classico modello dell’Energy Community, poiché fa cadere la barriera della territorialità. Solar Share consente di acquisire delle quote di una cooperativa che possiede un impianto fotovoltaico già in funzione, anche in luogo lontano dal proprio Comune di residenza.

“Il primo progetto che abbiamo deciso di appoggiare all’interno del nostro programma Solar Share è quello della Cooperativa WeForGreen con il suo impianto La Masseria del Sole, un parco nei pressi di Lecce e realizzato grazie alla bonifica di una discarica esaurita. L’intervento di realizzazione dell’impianto fotovoltaico ha reso possibile il recupero di un’area altrimenti inutilizzabile, facendola diventare un sito in cui produrre energia elettrica pulita”, prosegue Corti.

La condivisione è un processo innato in tutti gli esseri viventi presenti in natura, quando infatti un organismo si nutre o respira, gli organi interni distribuiscono l’energia in ingresso e riforniscono le parti del corpo che ne hanno bisogno. Condividere una risorsa come l’energia e farne un uso democratico, al fine di produrre energia pulita, sostiene quindi non solo l’ecosistema ma lo sviluppo di una società più equa.

Comments 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.