La tua cooperativa energetica sostenibile
Area soci | Aderisci ora
Blog #WeForGreen #Share Energie rinnovabili

Una centrale eolica nell’oceano per alimentare il mondo intero

Secondo una ricerca, “basterebbe” una distesa di pale eoliche grande quanto la superficie di tutta l'India. I ricercatori…

19/10/2017

19/10/2017Secondo una ricerca, “basterebbe” una distesa di pale eoliche grande quanto la superficie di tutta l’India.

I ricercatori della Stanford University hanno pubblicato il loro studio sulla rivista scientifica “Proceedings of the National Academy of Sciences”, presentando alcune proiezioni che cercano di dare una risposta “pulita” all’insaziabile domanda di energia.

Un parco eolico nell’oceano sarebbe in grado, rispetto alle centrali terrestri, di immagazzinare molta più energia: 6 watt di potenza per metro quadrato contro l’1,5 delle centrali eoliche a terra.

Per quale motivo?
A terra si verificano dispersioni e resistenze delle turbine, mentre “nell’oceano” grazie al calore del mare e all’assenza di interferenze, lo sfruttamento dell’energia cinetica dell’intera troposfera (lo strato più basso di atmosfera terrestre) è decisamente maggiore.

La soluzione sarebbe stagionale, perché i venti oceanici sono molto più forti e presenti in inverno che in estate, e per adesso fantascientifica, ma sicuramente pone l’attenzione sulla straordinaria quantità di energia pulita disponibile sul pianeta e la necessità di investire sempre più in tecnologie capaci di sfruttarla.

2 risposte a “Una centrale eolica nell’oceano per alimentare il mondo intero”

  1. Perché una centrale nel lontano oceano , dove alle volte per lunghi periodi l’oceano è pacifico, mentre sopra di noi a m 1000/2000 di altezza, nella toposfera, ci sono sempre venti costanti che possono darci tutta l’energia che si vuole con il KiteGen, già sperimentato, e oggi in fase di industrializzazione . Vuoi paragonare i costi di queste due soluzioni ? Non c’è confronto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Blog #WeForGreen #Share News

Cresce il riciclo di rifiuti elettrici ed elettronici

18/09/2014 Il riciclo dei materiali esauriti e di scarto derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche va a gonfie vele, registrando un +15% di materiale trattato in più rispetto allo scorso anno, quantificabile in circa 35.000 tonnellate di Raee (rifiuti apparecchiature elettriche elettroniche), suddivise in R1 (frigoriferi condizionatori, congelatori) ed R2 (lavatrici, lavastoviglie, forni).

Continua