La tua cooperativa energetica sostenibile
Area soci | Aderisci ora
Blog #WeForGreen #Share Interviste Mondo WeForGreen

Comunità energetiche e Università

Intervista ad Alessandro Bove, Ingegnere e Ricercatore dell’Università di Padova Per fornire un punto di vista accademico sul…

15/06/2023

Intervista ad Alessandro Bove, Ingegnere e Ricercatore dell’Università di Padova

Comunità energetiche e Università

15/06/2023Per fornire un punto di vista accademico sul sempre più vicino modello delle Comunità energetiche, Verona Network ha intervistato Alessandro Bove, Ingegnere e Ricercatore dell’Università di Padova, impegnato in progetti di pianificazione urbanistica e territoriale in cui il tema della sostenibilità è centrale.

In che modo l’Università di Padova si impegna in termini di transizione energetica?

L’Università degli Studi di Padova e la Fondazione Ingegneri Padova, hanno da poco organizzato un incontro incentrato sulle Comunità energetiche, trattate non tanto attraverso una lettura tecnica del loro funzionamento, ma più che altro come strumento di costruzione di una comunità sostenibile. Il focus è stato posto sulla loro dimensione sociale e sulle opportunità e rischi a loro legati.

Nel corso del convegno ci si è confrontati con le pubbliche amministrazioni e con diversi docenti dell’Università di Padova. Insieme ci si è concentrati sulle CER intese come strumenti capaci di creare nuove opportunità sia da un punti di vista nazionale che internazionale, sulla loro valutazione economica in termini di ritorno che può raggiungere sia singoli cittadini che governance di territorio, ed infine su alcuni aspetti più tecnici fra cui il “fine vita” di questi impianti di produzione elettrica rinnovabile. Siamo infatti consapevoli che per raggiungere la sostenibilità non possiamo fermarci ai soli elementi di vantaggio che abbiamo in questo momento.

Il momento conclusivo è stato dedicato ad una tavola rotonda molto più pratica e rivolta in particolar modo alla popolazione, durante il quale sono stati mostrati degli esempi di Comunità energetiche già esistenti, anche se per adesso (fino a che non verranno pubblicati i Decreti attuativi) dovrebbero essere definite piuttosto come gruppi di autoproduzione o autoconsumo.

Come si legano Università e Comunità energetiche?

Nel mondo della pianificazione la ricerca può spaziare dall’edificio al territorio, e le Comunità energetiche riguardano entrambe queste dimensioni. Ci sono colleghi che si occupano degli aspetti economici della sostenibilità, altri che invece si focalizzano sugli aspetti sociali per comprendere come le azioni all’interno di un territorio possano portare a un parametro specifico della sostenibilità. Il mondo accademico deve provare ad uscire sempre più dalle mura accademiche per confrontarsi con quelle che sono le dinamiche del reale, e più occasioni di confronto si riusciranno a trovare con il settore pubblico, privato ed i cittadini e più l’Università adempirà al proprio ruolo sociale. 

Scopri cosa vuol dire partecipare ad una Comunità energetica

Comunità energetiche e Università

Vuoi conoscere nel dettaglio che cos’è una Comunità energetica?

Scarica la guida e scopri:

  • cos’è una Comunità energetica
  • cosa significa partecipare ad una Comunità energetica
  • come funzionano i progetti di autoproduzione
  • perché scegliere di investire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Blog #WeForGreen #Share News

Clima, efficienza ed energia tra i punti principali discussi al G20

20/11/2014 Efficienza energetica, cambiamenti climatici e lavoro. Questi alcuni dei punti chiave dibattuti durante il vertice del G20 a Brisbane, in Australia. I rappresentanti delle 20 maggiori potenze mondiali hanno rilanciato sul futuro della crescita globale, analizzando il delicato tema dell’energia e del clima, fissando per il 2015 un nuovo vertice internazionale, per fare nuovamente il punto sulla situazione ed adottare nuove soluzioni operative, abbandonando insieme le vecchie pratiche dannose per l'ambiente fino a qui adottate.

Continua