Dal Cile la metro che correrà grazie alle rinnovabili

L’immensa rete metropolitana di Santiago sarà presto alimentata al 60% da eolico e fotovoltaico.

Il Cile negli ultimi anni è stato in grado di rendere l’energia eolica e fotovoltaica in molti casi più conveniente di quella derivante dalle fonti fossili.

La metro di Santiago, con i suoi 2,4 milioni di passeggeri quotidiani e oltre 84 km di tracciato, è uno dei più grandi consumatori di energia della città, per questo motivo il governo ha spinto per un passaggio radicale, previsto entro il 2018.

La statale “Metro SA” ha firmato due differenti accordi della durata di 15 anni con la californiana SunPower e con il gestore di un parco eolico. La prima fornirà il 42 per cento della potenza del sistema attraverso una centrale fotovoltaica da 100 Megawatt situata nel deserto di Atacama: 254.000 pannelli solari copriranno una superficie delle dimensioni di 370 campi di calcio. Il restante 18 per cento sarà fornito da un parco eolico sviluppato di recente e situato poco più a nord rispetto l’impianto della SunPower.

Questa scelta permetterà alla Nazione di risparmiare all’atmosfera almeno 130.000 tonnellate di gas serra l’anno, ed entro il 2050 il Cile sta lavorando perché le rinnovabili forniscano il 70 per cento del mix elettrico nazionale, rispetto all’attuale 15 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.