“Green mobility, come cambiare la città e la vita”

Le proposte di Legambiente per la green mobility italiana.

Il concetto di green mobility racchiude diversi temi e soluzioni che trovano un raccordo nella capacità di migliorare la qualità della vita. Quello a cui auspica Legambiente nel suo volume Green Mobility, come cambiare la città e la vita, è sviluppare una nuova mobilità urbana intesa non solo come pura innovazione tecnologica, ma anche come un cambiamento di stili di vita e di servizi.

La pubblicazione, curata da Andrea Poggio, Responsabile mobilità sostenibile di Legambiente e socio WeForGreen Sharing (di cui vi invitiamo a leggere anche l’interessante articolo “La mia casa solare”), fa il punto sui processi di cambiamento e le differenze tra le esperienze, le potenzialità delle diverse soluzioni e della loro integrazione con l’obiettivo di portare idee e proposte alle nuove Camere e al governo: dall’elettrificazione della mobilità privata a sistemi di condivisone dei mezzi sempre più articolati e semplici da usare, dalla digitalizzazione delle informazioni e dei servizi a strade e piazze libere dalle auto e quindi sicure per gli spostamenti a piedi e in bici.

In Italia, ogni anno quasi 38 milioni di auto diesel e a benzina percorrono in media 12.000 chilometri con 1,5 persone a bordo. Legambiente propone che, entro il 2030, il 90% degli stessi viaggi sia soddisfatto da 18 milioni di veicoli elettrici che percorrano ciascuna 20.000 chilometri con 1,7 persone a bordo, che siano imposti divieti di circolazione sempre più severi per i veicoli con motore a combustione nei centri città (Firenze da 2020, Roma dal 2024) e poi in tutte le aree urbana inquinate (Milano dal 2015) e che vengano messe al bando definitivamente tutte le auto “fossili” entro il 2040.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.