La sostenibilità a sostegno dell’inclusione sociale

Intervista ad Alberto Zendrini, presidente della Fondazione Più di un Sogno e a Benedetta Merola, Responsabile Relazioni e Raccolta Fondi.

La Fondazione Più di un Sogno è una realtà veronese impegnata da anni nell’accoglienza e nella promozione di percorsi di miglioramento della qualità di vita di bambini e giovani adulti con disabilità intellettiva e delle loro famiglie. Vincitrice del secondo premio del Fondo Insieme per crescere, è stata candidata e riconosciuta come meritevole dagli stessi soci WeForGreen che ne hanno sottolineato l’importante impatto sociale generato sul territorio. Ci siamo fatti raccontare questa storia di inclusione e sostenibilità dal suo Presidente, Alberto Zendrini e da Benedetta Merola Responsabile Relazioni e Raccolta Fondi di Più di un Sogno Onlus.

Qual è l’obiettivo principale di Più di un Sogno? Come incidete nei percorsi di crescita di persone con disabilità intellettiva?

Da sempre, l’obiettivo della Fondazione è quello di costruire veri e propri progetti di vita insieme ai nostri ospiti. Lo facciamo insieme alle famiglie, creando e attivando ambienti favorevoli e abilitanti, grazie anche al supporto e al coinvolgimento della società civile.

Crediamo che la disabilità sia un valore per la comunità. Per questo motivo ci impegniamo con costanza nel creare relazioni con il territorio, la cittadinanza, le imprese e le istituzioni, affinché i nostri percorsi di sviluppo delle abilità cognitive di bambini, giovani e adulti con disabilità intellettiva, siano finalizzati all’inclusione sociale e l’accompagnamento alla vita adulta.

Per raggiungere questo obiettivo la Fondazione Più di un Sogno lavora in sinergia con la Cooperativa sociale Vale un Sogno e con l’Organizzazione di Volontariato Più di Uno condividendo la missione da raggiungere e la realizzazione dei progetti.

Qual è il valore della sostenibilità ambientale nei vostri progetti? In che modo viene trasmessa e valorizzata?

I nostri progetti sono costruiti per cercare di offrire e trasmettere una sostenibilità integrale: sociale, umana, economica e ambientale.

Sociale perché è fondamentale avere uno sguardo che va oltre la nostra missione primaria cercando di migliorare i contesti di vita in cui la persona con disabilità è inserita (dalla scuola al mondo del lavoro, agli ambienti di vita quotidiani). Umana perché investiamo in formazione e cura anche delle persone che operano ogni giorno con le persone con disabilità. Economica perché dobbiamo creare progetti di lungo periodo in cui tutti gli attori della società siano partecipi. Ambientale perché siamo una organizzazione di media dimensione e il nostro impatto sulle risorse è sicuramente rilevante.

Uno dei progetti in cui la sostenibilità ambientale diventa tangibile anche per i nostri ragazzi è sicuramente “T-Lab: talenti dalla terra alla tavola”.

La terra e la sua cura diventa lo strumento principe del lavoro nell’orto, un microsistema, un contesto co-costruito in cui persone, cose, spazi, tempi sono coinvolti per organizzare azioni che hanno un senso compiuto ed uno scopo. I ragazzi, giovani ortolani, non coltivano solo piante aromatiche ed ortaggi ma, fra mille contraddizioni e difficoltà, cercano di coltivare la cooperazione, attraverso l’imitazione, così che anche il meno abile possa sentirsi parte di un contesto lavorativo.

In orTo-lAb ci si adopera per coltivare la bellezza del luogo, delle cose che appartengono a tutti, delle piante e dei fiori perché proprio la bellezza fa vivere e lavorare meglio.

Attraverso il progetto “Insieme per crescere” WeForGreen si impegna nel generare un impatto positivo sulla Comunità oltre che sui propri soci. Come avete accolto questa iniziativa?

Crediamo che Insieme per crescere rappresenti l’apice di un profondo lavoro di cura delle proprie comunità, dei soci e dei lavoratori.

Conosciamo WeForGreen e le sue persone da tanti anni, ne conosciamo il valore e questo è il senso della nostra amicizia: una relazione che ci unisce ed il comune obiettivo di generare valore per le Comunità che ci accolgono e che al tempo stesso cerchiamo di promuovere.

Senza cura, condivisione, progettazione non ci sarebbe una così genuina partecipazione e soprattutto non si sentirebbe l’entusiasmo che le persone di WeForGreen trasmettono nel fare bene il proprio lavoro, per far del bene all’ambiente e alle persone che lo vivono.

Ringraziamo per l’appoggio ricevuto ed il riconoscimento della nostra Comunità che ci ha permesso di ricevere il secondo premio dell’edizione 2022 del Fondo Insieme per crescere. Grazie per il tempo dedicato allo studio della nostra organizzazione e per continuare a voler “crescere insieme”.

Insieme per crescere, il valore di crescere insieme.

Uno degli obiettivi del modello WeForGreen è quello di generare impatti positivi sulle persone e sulle comunità, condividendo con esse il valore creato grazie ad una scelta sostenibile da un punto di vista ambientale, economico e sociale. Il Fondo Insieme per crescere di ForGreen e WeForGreen è nato proprio con un obiettivo di responsabilità sociale nei confronti della comunità in cui WeForGreen opera.

Arrivato alla seconda edizione e grazie all’adesione di più di 170 nuovi soci alla Comunità energetica WeForGreen, il Fondo ha potuto erogare 6.980 € a favore di 6 organizzazioni operanti nel terzo settore. Più siamo, più doniamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.