Lago di Tovel, un laboratorio a cielo aperto

Pubblicato sulla rivista Hydrobiologia uno studio che consentirà di ottenere informazioni tempestive e precise sulla salute degli ambienti acquatici.

La Fondazione Edmund Mach ha ideato un sistema tecnologico e a basso costo che consente di filmare il movimento dei microorganismi nel lago di Tovel.

Questo progetto, che coinvolge il lago di Tovel, uno dei siti europei per le ricerche ecologiche a lungo termine, prevede l’utilizzo di un microscopio, una macchina fotografica e un software open-source. Tutto questo è stato ideato da Giovanna Flaim e Ulrike Obertegger del Centro Ricerca e Innovazione del FEM in collaborazione con Pierluigi Colangeli di Hyblea Training Sicilia.

Prima dell’emergenza Covid-19 tutti i mesi venivano raccolti nel lago parametri come: la temperatura, l’ossigeno e campioni d’acqua per fare le analisi chimiche e biologiche. Venivano prelevati anche dei microorganismi visibili solo attraverso un filmato al microscopio per studiare il movimento delle alghe.

Gli studiosi hanno scoperto che quando questi organismi sono sotto stress cambiano il loro comportamento e il loro modo di muoversi e per questo motivo, la ricerca pone le basi per futuri studi sull’impatto ambientale e potrebbe fornire un segnale d’allarme per i cambiamenti climatici in atto, fornendo anche le linee guida per lo studio dei dati relativi all’ecologia del movimento.

Foto: www.wallpaperflare.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *