Il micro taxi elettrico con le batterie nel cassetto

Si chiama City e Taxi ed è una vettura lunga poco più di tre metri, destinata non soltanto al trasporto pubblico, ma in futuro anche al car sharing e al trasporto di privati.

Uno dei più grandi problemi della mobilità elettrica è quello della ricarica, e per i tassisiti che con la propria auto ci lavorano il disagio è ancora più grande.
La soluzione, però, arriva dalla Germania dove partner privati e pubblici si sono uniti per creare il City e Taxi, un quadriciclo la cui caratteristica principale è proprio la durata della batteria: potenzialmente illimitata.

A spingere il City e Taxi c’è un motore elettrico da 14 kW capace di raggiungere i 90 km/h e con un’autonomia con un “pieno” di circa 120 km. Una volta esaurita la carica basterà cambiare le batterie, poste in un cassetto estraibile collocato sotto la carrozzeria, azzerando così i tempi di attesa per la ricarica.

Il micro taxi a zero emissioni che dispone di tre posti, uno centrale avanzato per l’autista e due per i passeggeri, è stato ufficialmente presentato al CeBit di Hannover da Adaptive City Mobility (ACM) e sarà testato su strada già nel corso dell’anno a Monaco di Baviera.

Chi viene con noi a farci un giro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.