Mobilità aerea urbana

Veicoli sostenibili, obiettivo 2024


Trovare soluzioni sostenibili a problemi reali è il motore di molte idee e progetti innovativi, tra queste la mobilità aerea urbana. I gestori dei principali aeroporti di Roma, Venezia, Bologna e Nizza, si stanno muovendo verso questa direzione e i velivoli elettrici a decollo verticale potrebbero essere una delle possibili soluzioni alla questione del traffico quotidiano, nel prossimo 2024

L’obiettivo è quello di sviluppare una mobilità aerea urbana utilizzando aeromobili sostenibili. Urban Blu, la società per lo sviluppo internazionale della Urban Air Mobility, conta sulla partecipazione dei gestori dei principali aeroporti di Italia e Francia e il prossimo step a cui sta già lavorando è quello di studiare e installare superfici attrezzate per permettere ai velivoli elettrici a decollo verticale, di collegare aeroporti e centri abitati, favorendo la mobilità intra-city e riducendo così il traffico nei centri urbani. Il crescente interesse per questa idea, il progresso nelle tecnologie e i numerosi cambiamenti di regolamentazione in corso, stanno accrescendo sempre più l’interesse degli investitori in questo settore. In tale contesto, Urban Blue intende posizionarsi come leader, puntando su alcuni elementi distintivi. 

L’obiettivo è ad oggi pianificato per il 2024, per le città di Nizza, Venezia e Roma aree che hanno un elevato potenziale di mercato e sono da sempre destinazioni di interesse mondiale, presentano elementi particolarmente adatti ai primi sviluppi di questa forma di mobilità. 

Foto di IrmaNijhoff da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.