Qualità dell’aria, Londra coinvolge i suoi cittadini

Si chiama Breathe London ed è un progetto di monitoraggio che la capitale inglese ha esteso a tutta la cittadinanza.


Breathe London (Respira Londra) è un progetto che nasce a Londra nel 2019. Promosso dal Sindaco della città inglese, Sadiq Khan, in collaborazione con l’Imperial College di Londra e l’organizzazione filantropica Bloomberg, ha come obiettivo quello di riuscire ad avere dati sempre più precisi e affidabili per quanto riguarda la qualità dell’aria che i cittadini della capitale inglese respirano.

Con la volontà di allargare la partecipazione al progetto Breathe London al maggior numero di soggetti possibili, sono stati testati diversi metodi fra cui la dotazione di sensori indossabili dagli studenti, con l’obiettivo di registrare il livello di inquinamento a cui si espongono nel tragitto casa – scuola.

L’acquisto di questi sensori da parte dei cittadini e la loro installazione nel quartiere di interesse, aumenterà la consapevolezza dei cittadini e li aiuterà a fare in modo di ridurre la loro esposizione all’inquinamento”. Ha affermato Sadiq Khan, Sindaco di Londra. “L’ampliamento della rete di sensori sarà inoltre fondamentale per meglio definire gli sforzi dell’amministrazione locale verso il miglioramento della qualità dell’aria”.

Lo stesso Sindaco si è impegnato all’acquisto di più di 100 sensori che verranno installati in vari edifici di rilievo di Londra, tra cui ospedali e scuole. I sensori saranno acquistabili a prezzi ridotti anche da aziende, individui e associazioni di beneficenza che potranno installarli nel loro quartiere per contribuire alla creazione di una rete di rilevamento della qualità dell’aria sempre più fitta.

Foto: www.breathelondon.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *