Rifiuti, 9 regioni italiane riciclano più del 50%

Valle D’Aosta Piemonte, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Marche e Sardegna: sono queste le regioni italiane che nel 2015 hanno raggiunto l’obiettivo posto dall’Unione Europea che consiste nel riciclare circa il 50% dei rifiuti prodotti a livello territoriale entro il 2020. Inoltre, tra i 3549 comuni italiani, circa il 60% ha già superato la soglia di riciclo del 65%.

Questi dati positivi emergono dal rapporto Circular City – VI rapporto sulla raccolta differenziata e ricicloelaborato da Anci e dall’Osservatorio degli enti locali sulla raccolta differenziata. La faccenda acquista inoltre un’ulteriore aspetto positivo se la si guarda anche dal punto di vista delle emissioni in atmosfera: grazie all’incremento delle quantità di rifiuti riciclati, si sono evitate emissioni pari a 1.792.064 tonnellate di CO2.

Filippo Bernocchi, delegato Anci a Energia e Rifiuti, ha commentato in questo modo i dati del rapporto: “Questa è l’Italia delle Circular City, un sistema virtuoso che nel contesto europeo costituisce sempre di più un modello da imitare. I rifiuti rappresentano l’elemento essenziale nel passaggio dall’economia lineare a quella circolare, una sfida nella quale i Comuni stanno giocando un ruolo di primissimo piano, avendo sviluppato al loro interno un’industria del riciclo efficiente che ha trasformato i rifiuti in una reale opportunità di sviluppo per i territori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.