Smart Road: il progetto di Anas per l’eco-mobilità

L’obiettivo in Italia è di oltre 3 mila chilometri di strade intelligenti


Il progetto è orientato al miglioramento della sicurezza stradale e a rendere più efficienti i flussi di traffico. Le strade intelligenti si basano su una complessa piattaforma digitale che si articola sulla rete stradale come un “sistema nervoso”, supportata da tecnologie quali IoT (Internet of Things), AI (Artificial Intelligence), Big Data e sensoristica avanzata. L’obiettivo è dotare il Paese di una rete stradale efficiente, in progressivo miglioramento e adeguata alle nuove prospettive del futuro: alimentazione elettrica, guida assistita e oltre, come nel caso dei veicoli a guida autonoma.

La sperimentazione di Anas in occasione dei Campionati mondiali di sci alpino 2021 a Cortina d’Ampezzo rappresenta la prima esperienza in Europa di Smart Road. Hanno implementato la statale 51 “Alemagna” con un’infrastruttura tecnologica Smart Road, per un investimento complessivo di circa 27 milioni di euro. Con l’infrastrutturazione tecnologica Smart, Anas avrà a disposizione una piattaforma integrata per la gestione della mobilità che garantirà la migliore qualità degli spostamenti nella Valle, non solo per gli eventi sportivi ma in futuro anche per residenti e turisti.

La Smart Road di Anas sarà anche una strada sostenibile poiché è stata progettata per ospitare le infrastrutture di supporto alla mobilità elettrica. Inoltre è prevista la costruzione delle Green Island Anas, aree dislocate lungo le Smart Road presso spazi adeguati nelle rispettive pertinenze stradali, in cui verrà distribuita energia pulita garantendo l’ecosostenibilità. L’obiettivo che si propongono le Green Island è di alimentare tutti gli apparati della Smart Road e garantire ai guidatori sistemi di ricarica per i veicoli elettrici. 

Foto di Csliaw da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.