La tua cooperativa energetica sostenibile
Area Soci | Aderisci a WeForGreen
Blog #WeForGreen #Share News

Storie cooperative: l’energia verde del comune di Rittersdorf

Mentre alla Cop21 i grandi del Pianeta si riuniscono per cercare di trovare accordi internazionali per fermare il…

03/12/2015

03/12/2015Mentre alla Cop21 i grandi del Pianeta si riuniscono per cercare di trovare accordi internazionali per fermare il cambiamento climatico, il piccolo comune tedesco di Rittersdorf comincia a fornire soluzioni pratiche al problema: Rittersdorf è stato infatti nominato il “comune energia” del mese da parte dell’Agenzia tedesca per l’Energia Rinnovabile perché il comune si è fatto promotore di “una soluzione importante per il futuro della politica energetica tedesca e la protezione del clima”, come ha dichiarato Nils Boenigk, Vice Direttore Generale dell’Agenzia.

Con i suoi 17.100 moduli fotovoltaici e una potenza di 1,5 MW, il parco fotovoltaico della cooperativa costruito su una ex discarica bonificata produce e rifornisce di energia rinnovabile gli abitanti del comune di Rittersdorf dal 2013. Il comune è riuscito a raggiungere l’obiettivo di essere 100% rinnovabile grazie ad un accordo tariffario favorevole tra la cooperativa e un fornitore di energia.

Ma i benefici di questo modello cooperativo non sono limitati alla sola produzione e consumo di energia pulita: gli abitanti che hanno aderito alla cooperativa vogliono infatti cercare alleanze con altre cooperative della regione per diventare i fornitori di riferimento della Turingia, creando un prodotto energetico totalmente in mano ai cittadini e indipendente dalle decisioni politiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Blog #WeForGreen #Share Comunità energetiche

Il futuro delle cooperative energetiche sempre più in mano alle donne

26/02/2015 La cooperativa sta diventando da più parti del mondo, lo strumento per l’affermazione del ruolo femminile nello sviluppo e nella gestione di nuovi progetti a forte caratterizzazione di sostenibilità ambientale. Questo ad esempio è il caso della Cooperativa eolica delle donne (Qvinnovindar in svedese) creata in Svezia da Wanja Wallemyr, che insieme ad altre 9 donne del suo paese ha acquistato un parco eolico per diffondere l’uso delle rinnovabili e per incentivare le donne della zona a investire nel settore.

Continua