A Milano una nuova isola green

Il nuovo progetto per trasformare Piazzale Loreto in una piazza sostenibile


Il progetto Loreto Open Community (LOC) ha vinto la seconda edizione di Reinventing cities, il bando internazionale indetto dal Comune di Milano insieme a C40 per la rigenerazione urbana in chiave sostenibile. Il progetto prevede la trasformazione del più caotico snodo di traffico della città, anello di congiunzione tra corso Buenos Aires e via Padova, in uno spazio sostenibile di giardini e aree comunitarie che si appresta a diventare il simbolo della Milano olimpica, nel 2026. L’inizio dei lavori è previsto nel 2023. 

Il progetto Loreto Open Community è stato presentato da un team multidisciplinare con capofila Ceetrus Nhood e realizzato grazie al contributo di Arcadis Italia, Metrogramma Milano (coordinatore del team di design), Mobility in chain, Studio Andrea Caputo, Land, Temporiuso e Squadrati. Questa trasformazione restituirà alla città 24mila metri quadrati di spazio pubblico pedonale. Il progetto infatti, prevede una piazza green su tre livelli, con 300 nuovi alberi piantati tra via Padova e viale Monza per un totale di 4.200 metri quadrati di area verde. Ciò significa che ci sarà una notevole riduzione delle isole di calore e la creazione di un micro-clima con temperature di 6-7 gradi inferiori a quelle percepite, contribuendo alla riduzione complessiva di CO2 nell’area del 35 per cento rispetto a quella attuale.

“Anche gli edifici saranno sostenibili” spiega Hélène Chartier, a capo di Zero carbon development per C40, “verranno realizzate strutture ibride in legno e materiali eco-compatibili, il progetto consentirà poi di ottenere un risparmio energetico del 90 per cento grazie ad architetture bioclimatiche e sistemi passivi e verranno realizzati circa 5mila metri quadrati di pannelli fotovoltaici”. Infine, gli edifici ospiteranno nuovi spazi per la comunità con un asilo nido e un vivace programma sociale e culturale, oltre a un polo che include un incubatore e spazi di co-working.

Foto di comune.milano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *