Agricoltura Verticale

Una soluzione efficiente per un futuro sostenibile

Trovare modi alternativi per rendere più efficiente il settore agricolo, riducendo nel contempo il nostro impatto ambientale, questo è l’obiettivo su cui dovremmo lavorare. Per raggiungere questo obiettivo serviranno nuove tecnologie e innovazioni, tra queste troviamo l’agricoltura verticale, un tipo di coltivazione al coperto attraverso cui si coltivano piante e ortaggi in serra, ma posizionate una sopra all’altra. 

Da anni infatti ci si interroga su come rendere più sostenibile la produzione agricola e l’agricoltura verticale vuole dare il suo contributo in questa direzione. Utilizzando meno terreno, meno fertilizzanti e meno acqua, si attiva un ciclo produttivo virtuoso in grado di produrre maggiori quantità di prodotti, riducendo l’impiego di risorse naturali. Questa tecnica di coltivazione hanno una resa più elevata rispetto ai metodi tradizionali: in vertical farming si arriva infatti a 20 volte la resa di un campo agricolo. A renderla particolarmente importante per il nostro futuro è il fatto che riesce a riutilizzare l’acqua non assorbita dalle piante, inserendolo un ciclo continuo, alla luce della siccità che sta colpendo l’Italia e buona parte del mondo. La “coltivazione indoor”, inoltre, permette di replicare le condizioni ideali per frutta e ortaggi lungo tutto l’anno, aumentando la produzione, ad esempio utilizzando luci di nuova generazione in grado di ridurre l’energia consumata.

La ricerca in questa direzione è iniziata da poco e per ora l’obiettivo principale è quello di ridurre i prezzi e la varietà dei prodotti coltivati, in modo da renderli competitivi sul mercato. Gli investimenti nel settore stanno aumentando, tante realtà si stanno infatti sviluppando vicino a ai principali centri urbani del mondo, per poterli servire velocemente. Nell’agricoltura del futuro, le piante saranno coltivate a ciclo continuo e a pochi passi dalle metropoli, il cui approvvigionamento è il punto chiave per riuscire a rispondere ad un mercato sempre più numeroso ed esigente.

Foto di Jatuphon Buraphon da Pexels

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.