Apepak, dal Veneto arriva l’involucro naturale per alimenti

Un’alternativa alle pellicole di plastica ed i fogli di alluminio usa e getta, con un ingrediente speciale: la cera d’api.


Ogni volta che usi Apepak risparmi all’ambiente un metro quadrato di pellicola di plastica o incarti usa e getta”, spiegano i promotori di questo innovativo e naturale involucro per cibo, che intende offrire soluzioni domestiche a ridotto impatto ecologico, con l’obiettivo di diventare una tradizione in famiglia e migliorare il futuro del pianeta.

La storia di come nasce Apepak è stata raccontata nel corso della tappa veronese del Salone della CSR e dell’innovazione sociale, ma di cosa è fatto concretamente?

È un prodotto composto da cotone biologico certificato GOTS da coltivazione biologica e filiera sostenibile e una miscela di ingredienti che lo rendono malleabile, antisettico e termoformante: cera d’api, resina di pino e olio di jojoba. Tutti ingredienti certificati come idonei al contatto con il cibo, naturali e resistenti anche dopo migliaia di usi.

Il progetto è nato dall’intuizione di Massimo Massarotto e la moglie Molly, che hanno importato questa idea dall’America. Da qui, la voglia di tentare una vera e propria avventura imprenditoriale con lo sguardo sempre rivolto all’etica ed in particolare alla Cooperativa Sociale Sonda, che impiega persone con problematiche psico-sociali di diversa natura e che, tramite questo lavoro, hanno la possibilità di riguadagnare il proprio ruolo sociale nella comunità.

Comments 2

    1. Post
      Author

      Buongiorno Domenico, è già in commercio e sta riscuotendo molto successo. Si colleghi al link che trova nell’articolo, sarà indirizzato direttamente sul loro sito!
      Buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.