La tua cooperativa energetica sostenibile
Area Soci | Aderisci a WeForGreen
Blog #WeForGreen #Share

Autoconsumo collettivo e Comunità Energetiche: differenze

Si sente spesso parlare di autoconsumo collettivo e di comunità energetiche, soprattutto negli ultimi tempi. Ma di cosa…

27/06/2024

27/06/2024Si sente spesso parlare di autoconsumo collettivo e di comunità energetiche, soprattutto negli ultimi tempi. Ma di cosa si tratta? Che differenze ci sono?

Nonostante siano entrambi due concetti che hanno a che fare con il mondo delle energie rinnovabili, autoconsumo collettivo e comunità energetiche non sono la stessa cosa. Si tratta piuttosto di due modelli di condivisione e consumo di energia che, però, differiscono in diversi aspetti.

Che cos’è l’autoconsumo collettivo?

L’autoconsumo collettivo è una tipologia di autoconsumo di energia, ovvero quella modalità di consumo che consiste nel consumare la stessa energia che abbiamo prodotto, grazie a un impianto di produzione di energia rinnovabile.

Nel caso dell’autoconsumo collettivo, un gruppo di persone (ad esempio, gli inquilini di uno stesso palazzo) decidono di comune accordo di installare un impianto – fotovoltaico nella maggior parte dei casi – sul tetto del condominio, così da produrre l’energia consumata poi dai vari nuclei familiari presenti.

L’autoconsumo collettivo è diverso dall’autoconsumo diffuso, che invece rappresenta proprio il caso delle Comunità Energetiche Rinnovabili.

Vuoi approfondire il tema dell’autoconsumo e del fotovoltaico condiviso? Leggi questi articoli:
💡 Autoconsumo e Fotovoltaico: ecco ciò che devi sapere
💡 Fotovoltaico Condiviso: come funziona e quando conviene

Che cosa sono le Comunità Energetiche?

Le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) sono una forma di autoconsumo diffuso, ovvero quella modalità di produzione e consumo di energia che prevede la costituzione di un gruppo di persone che condividono sì l’energia di uno stesso impianto, ma che non necessariamente si trovano nello stesso edificio.

La Comunità Energetica quindi non è altro che un insieme di cittadini (ma anche PMI, enti, ecc.) che condividono l’energia elettrica rinnovabile prodotta da impianti di proprietà della Comunità stessa o di soggetti ad essa interni.

La CER è a tutti gli effetti un soggetto giuridico, che deve essere caratterizzata da uno statuto e da un atto costitutivo.

Puoi scoprire tutto ciò che c’è da sapere sulle CER leggendo questo articolo:
💡 Comunità Energetiche Rinnovabili: cosa sono e come funzionano

Differenze tra autoconsumo collettivo e Comunità Energetiche

Dopo aver visto che cos’è l’autoconsumo collettivo e che cosa sono le Comunità Energetiche, è più facile comprendere le differenze tra questi due concetti. 

Ecco le differenze principali:

  1. Produzione dell’energia. La produzione avviene localmente nel caso dell’autoconsumo collettivo, mentre avviene anche a distanza nel caso delle comunità energetiche;
  2. Tipologia di partecipanti. Si tratta di condomini o abitanti di uno stesso edificio nel caso dell’autoconsumo collettivo, mentre con le comunità energetiche può partecipare chiunque entri a farne parte;
  3. Modalità di costituzione del gruppo. Per l’autoconsumo collettivo è sufficiente un accordo tra i condomini (o gli abitanti dello stesso edificio), mentre le comunità energetiche richiedono una formalizzazione a livello giuridico;
  4. Difficoltà di costituzione. Data anche la diversa modalità, autoconsumo collettivo e comunità energetiche presentano difficoltà diverse per diventare realtà. In un caso è necessario un accordo unanime, che spesso è problematico ottenere, mentre nel secondo caso è necessario affrontare la burocrazia ed essere competenti in materia di CER.

Un’alternativa semplice: la cooperativa energetica

Autoconsumo collettivo e comunità energetica sono differenti, ma entrambi comportano delle difficoltà: non è semplice adottare l’una o l’altra modalità di condivisione energetica.

Un’alternativa semplice, pratica e vantaggiosa però c’è: è la cooperativa energetica. Grazie alla cooperativa energetica chiunque può produrre e autoconsumare la propria energia pulita, risparmiando sulla spesa in bolletta e contribuendo al rispetto dell’ambiente.

WeForGreen è una cooperativa energetica che opera già da dal 2011: riuniamo persone da tutta Italia che, grazie al nostro sistema del fotovoltaico “a distanza” riescono a produrre energia pulita senza installare pannelli sul proprio tetto. 

Se vuoi saperne di più sul nostro fotovoltaico a distanza, scarica la nostra guida cliccando qui: sostenibilità e risparmio sono a un passo da te.

Autoconsumo collettivo e Comunità Energetiche: differenze

5 risposte a “Autoconsumo collettivo e Comunità Energetiche: differenze”

    • Ciao Luca, grazie per il tuo commento!
      La risposta è dipende: se il terreno è area idonea all’installazione sì, in caso contrario non è possibile.
      Se lo desideri, puoi chiamarci al numero +39 045 8762663 per approfondire l’argomento!

    • Ciao Marco, grazie per il tuo commento.
      Se vuoi, puoi chiamarci al numero +39 045 8762667: saremo felici di fornirti tutte le informazioni che ti servono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Blog #WeForGreen #Share Mondo WeForGreen News

Tra le innovazioni di Smart Energy Expo spicca il modello WeForGreen

02/10/2014 WeForGreen sarà ospite mercoledì 8 ottobre al workshop organizzato dalla rete d'impresa Energy&Life: "Modelli di smart city sostenibili per Expo 2015". L'evento, che si svolgerà dalle ore 14:00 all'interno della Sala Energy & Home ICT, vedrà la partecipazione del presidente di WeForGreen Germano Zanini, il quale introdurrà gli innovativi modelli di smart city e di condivisione dell'energia sviluppati dalla cooperativa.

Continua