«Bike sharing, energy sharing… Perché no!»

Il modello dello sharing, ovvero della condivisione, rappresenta oggi una soluzione sostenibile per lo sviluppo di una nuova economia, la green economy.

«Lo sharing può essere considerato un baratto del ventunesimo secolo» racconta Gabriele Nicolis, consigliere della Cooperativa WeForGreen. «Il baratto dell’era “social” è sicuramente un modo per utilizzare al meglio le risorse e preservare il pianeta. Spesso quando sento parlare di sharing si pensa a qualcosa che abbia un fine meno di sviluppo e più di conservazione. Io credo invece che lo sharing, la condivisione, sia un sistema utile per valutare bene le proprie azioni».

Quindi sharing significa anche collaborazione tra persone…

Nel momento in cui decido di condividere con qualcuno qualcosa, il bene o la cosa che voglio condividere va mantenuta e curata affinché possa diventare utile anche ad altri. Se utilizzo qualcosa quindi mi sento moralmente costretto a valutare di farne un buon uso. Non è solo una logica di condivisione, ma si spinge verso una forma di collaborazione comunitaria tra persone.

Il fenomeno del bike sharing è “green”?

Se pensiamo nelle nostre città, anche Verona ne è un esempio, il bike sharing è tuttora un fenomeno che sta rieducando la comunità verso condivisioni possibili di beni. A Verona il bike sharing sta crescendo molto, con oltre 1.800 abbonati qui a Verona in pochi mesi. Domenica prossima ad esempio, il Comune e la società di gestione del bike sharing lanceranno una promozione per portare ad un costo di 1 centesimo al giorno per l’utilizzo occasione delle biciclette per tutti i cittadini e utenti che ne fanno uso.  Il bike sharing non è altro che un’azione green di utilizzo di mobilità sostenibile ed ecologica.

Dal bike sharing all’energy sharing: dalle biciclette all’energia. Il passo è possibile?

Stesse regole del gioco anche per l’energia. Sappiamo che lo sharing energetico è già diffuso. Qui a Verona c’è il caso della Cooperativa Energyland in cui un centinaio di famiglie condividono un impianto per produrre energia. Proprio da qui ripartiamo come Cooperativa WeForGreen. Siamo convinti che oggi ci sia la necessità di raggiungere l’indipendenza energetica, la sostenibilità delle nostre famiglie e una buona dose di risparmio energetico con azioni collettive. Le cooperative in cui assieme si condividono quote di impianti per produrre energia verdi sono la risposta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *