Gli obiettivi della Strategia Energetica Nazionale

Il documento presentato nel mese di novembre a Palazzo Chigi, consiste in una vera e propria policy da attuare con la collaborazione di tutti.

La Strategia Energetica Nazionale prevede di raggiungere entro il 2025, il completo disuso del carbone nelle centrali termoelettriche ed entro il 2050, la riduzione di emissioni di CO2 del 63%.

La decarbonizzazione non è però un obiettivo facile da raggiungere e per questo motivo sarà necessaria la collaborazione degli enti locali ed in particolare dei comuni, partendo dall’ammodernamento della rete infrastrutturale, per il quale sono stati messi in bilancio circa 30 miliardi di euro.

La collaborazione degli enti locali sarà essenziale anche per ridurre i tempi di queste attività senza dimenticare l’attenzione da porre al paesaggio, alla sua conservazione ed al controllo dei livelli occupazionali, puntando sulla riqualificazione e formazione professionale rivolta ai lavoratori che con la decarbonizzazione rischiano di uscire dal mercato del lavoro.

La Strategia Energetica Nazionale ha trattato anche il tema delle energie rinnovabili, che in un futuro sempre più prossimo andranno a sostituire l’energia prodotta con il carbone e con il petrolio, coinvolgendo tutti in un consumo più responsabile e consapevole delle risorse energetiche.

L’energia è una costante nella vita di ognuno di noi, facciamo una scelta sostenibile a favore dell’ambiente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.