Imballaggi alimentari prossime regole

Una protezione in più per i consumatori più attenti

Dal 1° gennaio 2023 in Italia tutti gli imballaggi immessi sul mercato per il consumo, dovranno presentare un’etichetta attenta alle nuove normative in materia. Il Consorzio nazionale imballaggi ha condiviso “Le Linee Guida sull’etichettatura ambientale degli imballaggi” un documento orientativo per fornire a tutte le aziende le indicazioni per seguire questi nuovi obblighi.

Fino a pochi anni fa la progettazione del packaging di un prodotto si focalizzata sull’aspetto più accattivante che potesse colpire l’occhio del consumare spingendoli all’acquisto dello specifico prodotto. Questa strategia di vendita, metteva quindi in secondo piano l’aspetto ambientale che andasse oltre rispetto alla mera vendita. Negli ultimi anni invece i consumatori stanno diventando più consapevoli rispetto all’impatto ambientale delle loro scelte e azioni che condiziona quindi anche la ricerca di prodotti aqualità del prodotto ma anche nella sua sostenibilità, e ritengono che l’imballaggio ne sia un elemento chiave. La sostenibilità degli imballaggi è uno degli elementi che condizionano le scelte dei consumatori più esigenti, attenti verso un’imballaggio riciclabile, realizzato con materiali sostenibili, senza imballaggi in eccesso e senza plastica. Dopo una serie di rinvii, dal 1° gennaio 2023 entrerà in vigore l’etichetta ambientale degli imballaggi. Su ogni confezione dovrà essere indicata la tipologia di imballaggio (scritta per esteso o con una rappresentazione grafica. Ad esempio, bottiglia, lattina, vaschetta, etc.); l’identificazione del materiale (vetro, alluminio, acciaio, plastica in base a dei codici); la famiglia del materiale di riferimento e il tipo di raccolta (differenziata o indifferenziata).

A seguito del crescente interesse sul tema molte aziende si stanno già muovendo per adeguarsi a queste nuove procedure e per rispondere a queste richieste, anche il CONAI sta realizzando “e-tichetta” uno strumento online che possa essere di supporto alle aziende nella creazione di un’etichettatura ambientale degli imballaggi corretta, omogenea e trasparente verso i consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.