Laboratorio nel bosco, il nuovo progetto dell’Università Milano-Bicocca

Nascerà all’interno del Vivaio Bicocca e formerà nuovi scienziati capaci di ispirarsi alla biodiversità.


Anche quest’anno l’Università di Milano-Bicocca non ha rinunciato all’inaugurazione dell’anno accademico 2020-2021 soffermandosi su valori fondamentali quali la resilienza, la cura degli altri e la sostenibilità, con un’importante novità: il Bosco delle Stem.

Si tratta di un progetto nato dalla collaborazione con il Comune di Milano, nell’ambito di STEMintheCity e consisterà in un laboratorio di innovazione scientifica in cui fare ricerca e organizzare eventi di partecipazione scientifica aperti a tutti.

All’interno del Bosco delle Stem verrà costruita, con materiali ecosostenibili, una torre di 10 metri per osservare la natura e le stelle: di giorno sarà possibile studiare la biodiversità animale e vegetale, di notte si potranno ammirare galassie, pianeti e asteroidi. Grazie a una passerella in legno si potrà camminare tra le fronde degli alberi per conoscere da vicino l’avifauna del bosco. Ci saranno poi dei laboratori sperimentali dedicati ai più piccoli per far conoscere loro l’ecosistema e la biodiversità.

Stiamo lavorando per rendere il quartiere sempre più verde – ha spiegato la rettrice dell’Università di Milano-Bicocca, Giovanna Iannantuoni, – con un museo diffuso, un luogo di cultura aperto a tutta la città. Oggi presentiamo il Bosco delle Stem, uno spazio dove gli studiosi di materie tecnico scientifiche saranno impegnati per la sostenibilità della nostra città e dell’intero pianeta“.

Foto: unimib.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *