Navi merci elettriche alimentate a rinnovabili

A partire da questa estate le prime navi elettriche per il trasporto merci del mondo navigheranno le acque interne olandesi.

Le navi a zero emissioni e zero equipaggio che salperanno dai porti di Anversa, Amsterdam e Rotterdam e prodotte dalla ditta olandese Port Liner, sono state progettate per ridurre l’utilizzo di mezzi di terra.

Soprannominate le Tesla dei canali, queste navi saranno azionate grazie a batterie da 7 metri, caricate a terra da Eneco, azienda che fornisce energia prodotta da fonti rinnovabili. Anche se in un primo periodo vi sarà del personale a bordo per ogni evenienza, dopo la fase di prova le portacontainer dovrebbero muoversi senza bisogno di equipaggio.

Questa innovazione è stata possibile grazie a 7 milioni di euro di sussidi europei e fondi aggiuntivi messi a disposizione dai porti coinvolti e l’azienda produttrice prevede di poterne produrre circa 500 all’anno, con la possibilità di montare i motori elettrici e le batterie anche su barche già esistenti.

Dal prossimo agosto saranno operative cinque chiatte lunghe 52 metri e larghe 6,7, in grado di trasportare 24 container da 7 metri per un peso massimo di 425 tonnellate e con un’autonomia di 15 ore in navigazione. Grazie all’alimentazione da fonti rinnovabili, il loro utilizzo potrebbe portare un risparmio di CO2 stimato in 18 mila tonnellate all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.