Seta vegana

Seta vegana

La seta fashion e sostenibile

La scelta sempre più diffusa di utilizzare indumenti realizzati con tessuti vegetali, conferma un’evoluzione nel pensiero collettivo. La ricerca di soluzioni sostenibili, è sostenuta grazie alle continue scoperte di nuovi materiali, la cui filiera produttiva comporti un utilizzo efficace delle risorse. Tra questi un nuovo materiale, la seta vegana. In India è nato questo tipo di seta che viene definita non violenta. La seta vegana, non comporta infatti l’uccisione di bachi da seta per la sua realizzazione, ma l’estrazione di polpa di eucalipto e pino.

Questo nuovo tipo di filati risulta essere una valida alternativa ai tessuti sintetici e a quelli di origine animale. La seta vegana, non coinvolge in nessuna fase del suo ciclo produttivo gli animali, è infatti realizzata con cellulosa proviene da foreste. La sua sostenibilità inoltre si riflette nelle modalità produttive. Per abbassare le emissioni di carbonio, le risorse utilizzate nel processo produttivo, come solventi e acqua, vengono infatti riciclate e riutilizzate. Si aprono così nel mondo della moda nuove possibilità per fare scelte consapevoli in modo semplice, preferendo chi si impegna a ridurre il proprio impatto ambientale, proponendo soluzioni davvero sostenibili.

Tra tanti nomi, la Designer lituana Grėtė Švėgždaitė, con il suo marchio di abbigliamento GRETES, propone capi fatti a mano, di seta vegana, sostenibili e di alta qualità. “Il nostro comportamento di acquisto è già stato dannoso per la natura; quindi, la scelta di tessuti vegani, riciclati e realizzati in modo sostenibile, così come il il riciclo di vecchi vestiti, scarpe o oggetti è in grado di compensare almeno in parte il danno causato”, spiega la designer. “È nostro dovere, come consumatori, spingere i brand del mondo della moda e del lusso ad apportare un vero e proprio cambiamento e produrre prodotti in linea con i nostri valori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.